Articoli marcati con tag ‘patria tradita’

Fini: fra l’inciucio anti democratico e la tentazione del golpe bianco

lunedì, 3 maggio 2010

Gianfranco Fini, abusando del potere conferitogli dalla terza carica istituzionale italiana, approfitta di tale posizione dominante per fondare un nuovo partito politico e lancia i circoli di generazione italia.

Il dado è tratto.

Il gioco di fini è chiaro:
creare uno schieramento politico che faccia riferimento alla presidenza della camera dei deputati che si proponga come alternativo alla maggioranza di governo.

E questo, è un vero e proprio tradimento, senza se e senza ma.

Tradisce le istituzioni italiane, che egli piega alla sua ambizione politica personale.

Tradisce la PDL fondando un nuovo partito politico antagonista alla PDL stessa.

Tradisce l’alleanza fra Lega e PDL, i cui voti lo hanno conclamato presidente della camera dei deputati.

Tradisce il governo sostenuto dalla alleanza fra Lega e PDL, nel quale vi sono suoi rappresentanti nelle cariche ministeriali.

Tradisce il voto dei suoi elettori, nel quale consenso, non vi era un implicito mandato alla formazione di un partito diverso da quello nel quale egli si era presentato alle elezioni.

Tradisce il paese, cercando ancora inciuci e maggioranze diverse da quelle uscite dalle urne.

Tradisce le famiglie, le aziende ed il popolo sovrano, al quale nega il cambiamento del paese e la realizzazione delle riforme.

Gianfranco Fini, per queste motivazioni, potrà essere giustamente definito come un traditore.

E come un traditore della patria, verrà riconosciuto chiunque lo seguirà in questa follia della conservazione e del malvezzo politico.

E’ giunto il giorno delle scelte.

E questa notte, sarà “la notte dei lunghi coltelli”.