Articoli marcati con tag ‘nato’

Riflessioni a Tastiera Aperta – 23 giugno 2014

lunedì, 23 giugno 2014

Se nel calcolo del PIL italiano ISTAT inserisse fatturato di corruzione e mafie oltre che prostituzione, contrabbando e droghe, Italia diverrebbe la prima potenza economica globale.

come volevasi dimostrare
Dopo pressioni OSCE su Putin, “separatisti” filo-russi accettano il cessate il fuoco.
Indovinate chi comanda ribellione ucraina?

Groupon ai sindacati dei lavoratori italiani alla fine di un incontro:
siete “Corpi infetti da eliminare”.
Groupon chiuderà suoi uffici in Italia.
Concordo pienamente con Groupon.
Fuggono tutti da questa idaglia degli idagliani.
Chissà perché ….

Sì alla flessibilità su Stabilitaetspakt:
ma deve essere rispettato.
Penalità per chi non lo rispetta.
Ci provò anche il drago-capra alla BCE a fregare la Merkel con il fondo salva-stati cui potevano però accedere solo i paesi che erano dentro e non fuori il patto di stabilità.
Ora, renzi tenta di modificare il patto, renderlo flessibile.
La risposta della Merkel è positiva, ma alla fine della flessibilità, vuole una penalità.
Io credo che in Italia non esistano veri leader, ma solo fantocci inadatti, incapaci, inetti ed idioti, privi di coraggio e di onestà intellettuale sufficienti a fare quel che c’è da fare.
Renzi è avvisato:
(forse) mezzo salvato.
In caso negativo, non sia vile e irrseponsabile come i suoi predecessori e non consegni colpa delle proprie incapacità a governare il paese a limiti imposti dalla UE.
Sia civile e responsabile e accetti una sconfitta annunciata.

Le camere di commercio vanno chiuse, tutte.
I locali vanno liberati, gli albi e i pagamenti trasferiti online, il personale va licenziato.

Le migliori università italiane?
Tutte del sud.
(ironico)

Pasticciaccio al senato:
l’asse PD – FI rallenta iter anticorruzione e impone immunità parlamentare a senatori non eletti da popolo sovrano.

immunità parlamentare serve a tutelare e difendere ladri, corrotti e mafiosi, non cittadini onesti che parlamentano diritti popolo sovrano.

Oggi i suicidi per motivi economici sono almeno due.
Il governo uccide ultratrentenni con sue politiche.
Chi paga?

Non si può tollerare oltre questo sistema ladro e vizioso, corrotto e mafioso che uccide e deruba il popolo sovrano.

Azione esecutiva del governo Renzi uccide metodicamente ultratrentenni esiliandoli dal mondo del lavoro e privandoli di ogni diritto, inducendoli al suicidio.

chi crede che non esista un problema islam nel mondo è in errore.

c’è un solo modo di fare e di cambiare e non è mai conservare

questo governo esiste solo per prendere poltrone italiane e UE e tutelate corruzione politica e burocratica non governa la crisi, tira avanti

Ricordate il comma Fuda?
Nessuno sapeva sua esistenza come oggi nessuno sa che c’era immunità parlamentare in riforma del senato

con quel che costa un comune è disdicevole dover pagare anche per morire

Assunzioni nella sanità in Puglia: di 900 prossime assunzioni, 500 sono ruolo sanitario e 400 “altri”.
E la chiamano assistenza sanitaria

La questione meridionale non esiste universita italiane di eccellenza tutte al nord.
sud costa e non produce.

spending review alla francese:
solo 250.000 posti di lavoro pubblici in meno rispetto ai 400.000 eliminati di quella britannica, già realizzata.
In Italia invece, casta burocratica è intoccabile.

essere anti-mafia in un paese mafioso

Il putinismo russo non produce alcun risultato positivo come accadde con il fascismo che faceva vincere Italia in ogni campo.

Debolezza carattere e politica delle mani tese di Obama induce il male ad osare:
in USA, Crimea, Siria, Irak, Affghanistan, Ucraina e in tutto il resto del mondo.

Collettori di tangenti locali e regionali saranno nominati senatori godendo di immunita parlamentare:
così si sconfigge la corruzione …

Russia stato canaglia dello zar di tutte le mafie Putin scatena la I guerra Globale.

premi in palio per la lotteria della festa dell’unita:
- un paio di mutande usate da vendola;
- tessera partito fascista di napolitano.

Altri paesi UE non hanno un tasso vizio, di infiltrazione mafiosa e di corruzione politica e burocratica come Italia.

Essere seduti su di un tesoro e non essere capaci di goderne:
breve storia di una burocrazia che si mangia un paese.

Riforma del senato reintroduce il senato, reintroduce i senatori, reintroduce immunità, reintroduce prassi scorrette consolidate

Difficoltà economiche, una figlia da sposare e una cartella di Equitalia da 24.000 euro da pagare:
si toglie la vita.

Sono convinto che “crisi” è la politica che non è mai soluzione a crisi e problemi del paese, ma ne è causa primaria.

Putin andava fermato sulla via di Damasco ed ora, non riescono a fermarlo sulla via di Kiev.
Politici idioti governano paesi indifesi.

La I guerra globale incombe:
islam e neocomunismo all’attacco della civiltà umana, per distruggerla o dominarla.

Napolitano e Padoan danno stop a #evasionefiscale.
Credo che vogliano tassare anche corruzione, economia illegale e affari mafie.
No? E allora ditelo ….

Se riforma del senato è porcata, Renzi è un porco?
E casta politico-istituzionale è porcile?

La riforma del Senato infine è servita solo a dare immunità parlamentare a sindaci, consiglieri regionali e 5 amici del colle:
da abolizione a immunità.

Con questa riforma senato, Orsoni sindaco di Venezia, presidente provincia (mai abolita) e componente senato (mai abolito)
ERA IMPUNIBILE.

Governo dimostra come si incentiva la pirateria:
tassa su diritti d’autore su smartphone e tablet +500%

Irrituale controllo antidoping su 7 giocatori Costa Rica invece dei soliti 2.
Forse qualcuno vuol vincere a tavolino partita persa sul campo.

Dovunque metti il naso trovi un limite di età per l’accesso al lavoro, qualunque lavoro.
Sono stufo. Valutano anagrafe, non merito.
Criterio?

Banche estere fuggono da investimenti in Italia.
Motivo?
Troppa corruzione.
Pena di Morte per mafia e corruzione.

Domattina, al risveglio, in questo malandato paese governato da furbi che esiliano intelligenza arriveranno altri 500 disperati.
Invasione.

Governo Renzi:
aboliamo senato e province.
Abbiamo ancora senato e province.
Trarre le dovute conclusioni e dimettersi, prego.

Dopo partita Italia-CostaRica mi sono convinto ancor più che Zdeněk Zeman deve essere Presidente FGIC.
In difetto, Presidente del consiglio.

Guardare le partite di calcio dell’Italia ain mondiali 2014 è come andare a votare:
inutile

La storia è cambiata:
paese vizioso abituato a vincere partite con moggi è stato battuto da onestà, tecnica e atletica alla zeman (Italia 0 – Costa Rica 1)

Italia – Costa Rica
preparazione atletica italiani è insufficiente:
addominali e pettorali scolpiti, polpacci e fiato corti.
Costa Rica bel gioco alla Zeman.

#ITA #moggi 0 #CRC #Zeman 1
Perde il vizio, vince il gioco del calcio. #Zemanlandia #ItaliaCostaRica #Mondiali2014 #figc

calcio italiano: dimostraci di valere le ricchezze enormi che costi.

7° piano direttore Banca Sella
4° piano manager Telecom
2° piano manager MPS
Consiglio vivamente trasferire al piano terra manager società viziose….

Governo aprirà, riformerà, valuterà, governerà: il governo che mai nulla farà.
Siamo alla 60esima settimana decisiva per l’abolizione delle province.

Onu: Mai così tanti rifugiati dalla Seconda guerra mondiale
Chiudere le frontiere, respingere sbarchi
Accoglienza impossibile: è invasione

Fisco Parte la revisione del catasto.
Ulteriore aumento pressione fiscale in vista: si salvi chi può

Iniziato il tutti dentro la PA con statalizzazione scuole private (PD) e nazionalizzazione banche (M5S). Questo matrimonio non s’ha da fare.

In idaglia si tutela chi ha più forza, non chi ha più bisogno.
Riequilibrare è imperativo per un governo riformista.
Accade invece il contrario …

Scandalo DAP:
adesso capisco perché non usavano le carceri costruite e chiedevano svuota-carceri, indulto e amnistia:
perché i criminali, sono loro.

Il fisco italiano induce in errore popolo dei contribuenti con massa di provvedimenti fiscali enorme:
roba da incapaci, dementi o criminali

Soldati italiani:
siate orgogliosi di prendere la TBC da clandestini non controllati. che poi lo stato non vi indennizza, non vi tutela, non previene epidemie.

Quando istituzioni sono prive di autorevolezza e autorità i topi ballano nel caos.

Accesso al #lavoro (quando c’è) ad escludendum ultratrentenni. Nessun criterio selettivo nel merito, ma in anagrafica.
Italia paese fallito.

PD assegna incarichi segreteria partito e li fa pagare alla collettività. Non cambierà mai nulla con questa feccia.

Mi domando a cosa e a chi servano le inutili e costose camere di commercio …

Inchiesta giudiziaria sulla Agenzia Spaziale Italiana:
fondi neri a Gasparri.
Casta esporta corruzione nello spazio

più vai a sud e a est del mondo occidentale e più il governo di quei paesi si gestisce meglio nelle dittature che nelle democrazie

Anche oggi il governo ha promesso molto, riscosso tanto, realizzato niente.

Qualcuno spieghi a Berlusconi che, se non si toglie dai coglioni, cdx resterà privo delle migliori menti e dei necessari voti per vincere.

Qualunquista è avere nemico il destro e il sinistro:
“giusto” paga sempre ticket a orgogliosi partitismi e particolarismi
istituzionalizzati

Attaccano gay su twitter e viene il finimondo.
Uccidono, violentano, massacrano centinaia di donne e se ne ricordano il 25 novembre
Non mi piace.

Primo atto di un neo sindaco: trasferisce la moglie (dipendente comunale) da un ufficio ad un altro.
Accade a Foggia.
Dio salvi il popolo.

Oggi sposi: Grillo & Renzi convolano a nuova riforma costituzionale.
Si scatena compravendita parlamentari per raggiungere quorum.

Migliore abbandona Vendola ed è transfuga in maggioranza governo.
Il primo che denuncia una compravendita di parlamentari lo sbatto dentro
Candidatura+Finanziamento?

Bossetti, presunto assasino di Yara Gambirasio.
Il GIP non convalida il fermo.
Tornerà a casa, dove lo attende la cittadinanza per fargli la festa?
Pregherà di tornare in carcere …

Paghi o ricevi tangenti?
Perdi la Vita.
Campagna per la promozione della Pena di Morte contro corruzione, concussione, usura e reati mafiosi

Tutti a tifare per scomposizione del M5S.
Invece, ad andare in pezzi è il SEL
“Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te”

Riflessioni a Tastiera Aperta – 27 maggio 2014

martedì, 27 maggio 2014

Cosa serve sapere?
E cosa cambia se so?
So di vivere, so di morire.
Ma se non vivo, cosa serve morire?
Se non volo, a cosa servono le ali?

Senza finanziamenti pubblici o privati,
senza tangenti e corruttele,
senza alleanze mafiose e con salario a metà:
quella di Beppe Grillo è vittoria, non sconfitta.

La casta vorrebbe Grillo finito, mafie vorrebbero Grillo finito, corrotti vorrebbero Grillo finito.
Io no.
Ma perché?
Perché no.

Gruppo dirigente? Cosa dirige, il traffico? Se si ha consenso si DEVE governare, tagliare spesa e cuneo, riformare.

Vivo in una città dove genitori di ragazzi maleducati aggrediscono un parroco durante funzione pubblica sul sagrato.
Vivo è eufemismo:
odio.

Ecco, è a questo punto che io mi perdo e non mi riconosco più in questa comunità: qui resto solo, deluso, arrabbiato.

Cosa loro è, visto dalla loro parte, cosa nostra:
evidente errore di interpretazione della res publica in salsa mafiosa.

Politici specchio dei cittadini?
Ne sono loro espressione, esatta rappresentanza, identica essenza, perfetta coincidenza.
Lo so, lo sento, lo pago.

Identità del sentire è sensibilità rapportata alla esperienza e valorizzata con intelligenza: cosa non comune in Italia

Siamo rimasti in pochi, troppo pochi per cambiare qualcosa: ma soffriamo terribilmente, come se fosse colpa nostra.

E si lamentano se l’Italia ha una immagine poco dignitosa nel mondo … guardate e stupite che fenomeni da baraccone …

Tutti mafiosi, nessuno mafioso, tutti corrotti, nessuno corrotto. Evidente errore di interpretazione della democrazia.

Battuta degenere, che rappresenta povertà interiore, insicurezza estrema ed esterna un nulla che deve rapportarsi per esistere.

Italiani chiedono a UE di cambiare indirizzo, ma sono incapaci di cambiare, liberalizzare, governare e riformare l’Italia.

Renzi è più forte e più impotente che mai:
senato e province sn ancora lì, nessun taglio a cuneo e spesa, né riforme o liberalizzazioni

Vergogna italiani, vergogna: più di 2 anni per vedere un video in aula e pluriomicida francesco schettino a piede libero per strage della Costa Concordia.

La Russia dello zar Putin attacca, aggredisce e invade un paese della Unione Europea.
Chiedo immediato intervento della NATO e dell’ONU.

E allora, se tanto mi da tanto, addio centrodestra:
questo Berlusconi non ha capito niente di quello che sta accadendo nel paese.

Cosa credevate, di poter affrontare lealmente chi non è leale, onesto, corretto e fedele allo stato, pur avendo giurato fedeltà ad esso?

La politica di padre in figlio, di generazione in generazione: una cosa che doveva scomparire con i dinosauri e invece impera (Raffaele Fitto).

Non è dire quello che si pensa il problema della sinistra italiana, quanto è invece il “fare”. Cosa fate?

bah, Michele emiliano che fa i complimenti a Raffaele Fitto :
altro che larghe intese e convergenze parallele, questa è la casta.

bah, Silvio Berlusconi che tira la volata elettorale a Matteo Renzi :
altro che larghe intese e convergenze parallele, questa è la casta.

Matteo Renzi ha vinto con un forte consenso conservatore, termine contrario a quello di rottamatore.

E come lo cambiate, lo riformate e lo liberalizzate un paese che non vuol cambiare nulla, che è conservatore?

In una parola, un paese conservatore, nel peggiore dei sensi che ha il termine pur dignitoso di conservazione.

Grillo ha sbagliato a perdere verginità politica schierandosi a sinistra con Berlinguer.
Qualunquismo non ha parte politica.

Il perdono è viltà travestita da coraggio

cani sguinzagliati a raccogliere voto antiberlusconismo per portarlo a conti fatti al berlusconismo

se siamo ridotti ad attendere che altri cadano per noi rialzarci, allora siamo ridotti male, molto male.

Tanti voti in un Pd debole e vile, incapace di riformare e liberalizzare, tagliare e licenziare sono uno spreco incredibile.
Tempo sprecato.

Continuo a pensare che un movimento euroscettico non dovrebbe prendere poltrone e stipendi da Unione Europea.

Per arretrare, occorre avanzare.
Renzi e il gambero che ha promesso eliminazione senato e province ed è arretrato sino a salvarle entrambe.

Renzi non ha avuto nemmeno il coraggio minimo necessario di mettersi in gioco e di candidarsi.
Vile oltre che idiota.

Renzi è forte e non lo sa;
Berlusconi ha perso e non lo sa;
Grillo non ha né perso né vinto e non lo sa.
Questa è l’Italia che non sa.

Un insicuro al governo di un paese che pretende sicurezza: siamo fregati, non conosce nemmeno limiti sua forza e/o debolezza.

La maggioranza c’è ed ha vinto le elezioni: cosa aspetta? Immobile come Letta? Non deve far finta di governare, ma governare.

Nessuno strumentalizzi religione per violentare popolo e privarlo di libertà di agire per propria tutela e difesa:
nessuno ne ha il diritto.

Credete che abbiano vinto i progressisti alle elezioni?
No: ha vinto la più vecchia e becera conservazione avversa al cambiamento.

Lascia ammutoliti il vuoto e il nulla che circondano la conservazione italiana:
il cambiamento è stato fermato e credono di aver vinto

Come si risolvono problemi e crisi in Italia? Non si risolvono. Si integrano nel sistema

Ha vinto partito del non voto, che è primo partito in Italia e in Europa.
Questo è unico dato serio.
Resto è avanspettacolo.

Per adesso è solo dittatura del comunismo: un comunista impera in Russia e un comunista impera in Italia.

Se ne devono andare tutti:
il tempo è scaduto e l’oste della storia chiede pagamento del conto.
Tempo scaduto.

Battuti in politica estera da un assad e putin, europei sn scettici:
abbiamo guerra alle porte e nessun esercito europeo pronto a difenderci

Errore europeo è stato fondare europa dai vertici invece che dai popoli:
il vuoto politico è di rappresentanza e lo spazio di manovra è finito.

Mi spiegate quale altro paese del mondo che si autodefinisce democratico impone la censura e l’esilio ad una idea politica?

a Foggia si cammina su tappeti di propaganda elettorale e promotori presidiano ingressi urne elettorali

Trasferimento mafie a nord completato.
Risolte in un colpo questione meridionale, morale e settentrionale.
Tutti mafiosi, nessuno mafioso.

Pane e pallone. Poi quando si tratta di governare il proprio come l’altrui destino, vincono sempre mafiosi e corrotti.
Vi sarà una relazione?

Continuiamo a fare finta che non esista una questione meridionale per tener contento qualche bacucco incipriato e impolverato.

Quando popolo ragiona con stomaco o con cuore invece che con testa, le classi dirigenti non hanno ben governato quel popolo

Goduria leggere i lamenti dei berlusconiani che piangono per storture sistema politico che subisce B, come se non fosse stato B la politica.

“Napoli, scoperti quattro falsari: sequestrati 8 milioni di euro”
Volevano uscire dall’euro e stampare una moneta locale, taroccata, napoletana

Mio Dio, che squallore. Che propaganda terroristica senza dignità: demonizzare sempre e comunque non è politica

La tessera del pane è terminata?
No problem: avviata azienda del contrabbando di voti propone tessera falsa, ma autentica

Putin andava fermato prima, sula via di Damasco. Ora è stretto il passaggio a Est

Thailandia: sciolto il senato.
Almeno loro ci sono riusciti a sciogliere il senato, noi no.
Il senato ha sciolto l’Italia e suoi governi.

Si prospetta una estate in cui migliaia di migranti sbarcheranno ogni settimana in Italia.
Respingere? Selezionare? Zitto, razzista! … evvabbè…

Apparteniamo a generazione boom demografico conseguente a boom economico. Casta nn ha governato boom.
E se casta non ha governato boom economico,figurarsi se casta riesce a governare crisi economica.
Politica è crisi: non soluzione.

Anche le mafie hanno compreso potere strategico del settore energetico.
Lo Stato no: continua a dipendere da strategie esterne.

Gravi incendi divorano Stati uniti d’America:
(1) è cambiata strategia terroristi islamici;
(2) è cambiato il clima in modo pericoloso.

Beppe Grillo è smart ,
Matteo Renzi è scrapped ,
Silvio Berlusconi è over.

Renzi raddoppia e rilancia: faremo, risolveremo, cambieremo, riformeremo.

Berlinguer fallì la sua battaglia politica morale :
chi e cosa vi consente di credere che farete quel che lui non ha fatto?

Mario Borghezio : l’Italia agli italiani.
Matteo Salvini : l’Italia deve essere unita.
Gustavo Gesualdo : Quale puntata mi son perso?

Le mafie uccidono senza pistole: ti rendono asociale, ti emarginano, ti tolgono il lavoro e la voglia di vivere. Bang, bang.

Ennesima Frode della casta:
cambiati parametri misurazione PIL per creare ripresa che non c’è e restare in rapporto deficit-PIL sforandolo.

governo immobile irrita indignazione popolare

paura di un tribuno internettiano e di un tribunale del popolo del web?
Ma, allora, è internet il mondo reale!

In USA hanno innalzato limite scientifico di obesità per diminuire numero eccessivo di americani obesi.
In Italia aumentano PIL con sommerso e illegale per curare crisi.

In Italia esiste una sorta di pressione fiscale non ufficiale,occulta,non documentata o documentata a parte, come nel caso delle inutili e costosissime camere di commercio

Gli altri hanno tanto potere su di noi (e sui nostri marchi e prodotti), quanto noi ne concediamo loro di avere.
Colpa nostra.

Mi domando : come mai è sempre differente l’affluenza al voto nei cosiddetti “seggi volanti” o “seggi a domicilio”?
mumble, mumble ….

Mi domando: ma quanti saranno i cassonetti di rifiuti che conterranno schede elettorali dopo il “libero” voto?
mumble, mumble ….

Liberalizzare immediatamente con atto di imperio esecutivo del governo autorizzazioni taxi:
lo stato è più forte di tutto e tutti o non è.

La Sicurezza è arte, professione, limite invalicabile, tranquillità sociale e non stipendio sicuro a fine mese.

Liberare economia reale da peso intollerabile di spesa pubblica insostenibile: tagli a cuneo e spesa, riforme, liberalizzazioni.

Ogni giorno,più volte al giorno, si ha notizia di salvataggio centinaia di migranti.
Attendo speranzoso notizia che informi salvataggio Italia.

Se alfano è unica speranza prenoto viaggio per morte dolce in Svizzera.

Solo in Italia si cura la crisi peggiore con il solo ottimismo: governo immobile deraglia paese in fallimento vizio.

L’uomo che non guarda al passato non merita un futuro diverso da quello che ha già vissuto.

Se fossi di destra avrei non pochi problemi e dubbi ad identificarmi. Non vedo nulla che soddisfi spirito liberale o conservatore. Vedo Nero

Se leader paesi viziosi non risolvono crisi e vizio a casa loro, dovranno subire scelte esterne realizzate in casa loro.

Alla fine cerino resterà in mano a popolo sovrano: politica incapace governare paese crea fuochi fatui.

Alle aziende che sopravvivono alla crisi servono mercati diversi da nostro: massacrato da malapolitica, burocrazia, ingiustizia

Buddismo e Cristianesimo sono due religioni umane, profondamente ed umanamente umane.
Troppo umane per questi tempi inumani.

Grave errore è stato abbandonare la fonte di energia nucleare:
espone la giovane Europa agli umori dei prepotenti di turno.

Risorse fuggite estero Stop paese complicato da povertà Stop mafie, corruzione e usura valorizzate al massimo Stop

Controllo reciproco di prossimità tra casta politica e casta burocratica è primo passo verso efficienza PA.

Educare demolendo sessualità normale e naturale è attacco al cuore della educazione civica.
Non esiste terzo sesso in natura: è costruzione ideologica.

In Italia non si fa selezione ingresso ma buttafuori in discoteche e si fa selezione ingresso per università per buttare fuori.

Si Vis Pacem Para Bellum

venerdì, 6 settembre 2013
Pacifisti? Dove siete? Gradite un respiro di Sarin?

Pacifisti? Dove siete? Gradite un respiro di Sarin?

Considerazioni egoistiche e italiane sulle crisi nel mae Mediterraneo, sulla primavera araba, sulle guerre degli alleati in Libia ed in Siria e sull’interesse del mondo intero nel controllo non solo militare del Mediterraneo.

Se solo l’Italia disponesse di una decina di portaerei spinte da energia nucleare, una trentina di incrociatori portaelicotteri, per il controllo aereo e marittimo e lanciamissili, una sessantina di cacciatorpediniere lanciamissili e per il controllo aereo, 150 sommergibili lanciamissili e lanciasiluri nucleari, un corpo di incursori della marina composto almeno di 200.000 “marines”, un esercito di professinisti ben addestrati ed attrezzati di 500.000 soldati, 2.000 aerei da caccia, bombardamento, lanciasiluri e lanciamissili, 2.000 missili intercontinentali a testata nucleare, 500 satelliti spia e 300 satelliti per le comunicazioni, una intelligence all’avanguardia, capace di conoscere ogni accadimento sul pianeta in anticipo utile ad approfittarne, se solo l’Italia potesse contare su tutto questi armamento, oltre alla propria struttura territoriale di naturale portaerei al centro del Mediterraneo, l’Italia controllerebbe ogni potenziale conflitto, ogni potenziale crisi, ogni commercio e soprattutto, il petrolio prodotto dai paesi arabi, invece di farlo fare a Cina, USA e Russia.

Allora sì che saremmo un paese normale.

Un paese ricco, ricchissimo, rispettato, temuto, vezzeggiato e alleato da tutti.

Ma in Italia esistono i pacifisti, sorta di legionari finanziati dall’estero che servono per impedire all’Italia di essere unita e forte e governare l’intero Mediterraneo con le sue immense ricchezze.

Codesti traditori della patria temono un motto, sopra ogni altro, quello che è il mio motto preferito cui ho dedicato questo blog:

Si Vis Pacem Para Bellum.

Sono solo dei traditori, dei venduti al nemico, ovvero degli idioti tali e tanti da non capire che nessuna pace è ottenibile in questo mondo governato ed abitato da questa umanità senza l’uso o almeno la deterrenza della esibizione di una straordinaria quanto efficace forza.

Pacifisti:

chi credete che arretrerà da cattive intenzioni in una tenzone fra due individui di cui solo uno è palesemente armato e l’altro no?

E come credete si possa difendere la pace se non si disponde delle armi sufficienti per inibire e fermare chi vuole le guerre?

Bravi, perdenti a pagamento:

avete indovinato!

Gustavo Gesualdo
alias Il Cittadino X

Il Colpo di Stato della Casta Partitocratica

lunedì, 20 maggio 2013

La casta partitocratica, sindacale e burocratica ritrova unità in colpo di mano che chiude accesso a partecipazione democratica dei movimenti politici a elezioni e impedisce la circolazione del libero pensiero e della libertà di espressione in internet.

Volontà della casta è chiudere la bocca, mettere il bavaglio ai blog, ai blogger ed ai movimenti politici spontanei di liberi cittadini.

Tutti i popoli liberi sappiano che l’Italia repubblicana, liberale e democratica non esiste più:

la libera Italia, il libero stato italiano, la libera cittadinanza italiana sono sotto l’attacco della casta dominante più mafiosa e corrotta del globo.

Affondata in una serie di scandali, la casta si vendica così del mutato status quo politico che può condurre ad un cambiamento reale del paese, un cambiamento cercato attraverso il varo delle riforme e delle liberalizzazioni chieste a gran voce dalla Germania e dalla Unione Europea.

Ma la casta della conservazione restaurativa dell’abuso del potere pubblico, reazionaria ed estremista, illiberale e golpista, tenta di tacitare e silenziare ogni opposizione interna, ogni singola voce libera, ogni autentica azione politica che conduca ad una legalizzazione di maggiore democrazia diretta o della democrazia indiretta realizzata.

Il congelamento e l’immobilismo cadono come coltre pesante ed irrespirabile ad attaccare ogni singola libertà individuale e collettiva.

Noi non siamo più popolo sovrano che delega sovranità a casta partitocratica, ma popolo defraudato ed usurpato della sovranità a fini di abuso del potere pubblico per la continuazione della casta politica.

Siamo attaccati, usurpati, impoveriti, disarmati, insicuri, aggrediti.

Nulla più sarà come prima.

Dio salvi l’Italia degli italiani.

Gustavo Gesualdo
alias Il Cittadino “X”

Dittatura assoluta burocratica e partitocratica

lunedì, 22 aprile 2013

gifuni dopo gifuni

segretario generale onorario del Quirinale dopo segretario generale

napolitano dopo napolitano

presidente della repubblica dopo presidente della repubblica:

al Quirinale è oramai dittatura assoluta burocratica e partitocratica.

Avvisate l’ONU e la NATO:

l’Italia non è più un paese libero e democratico, sia pure lo sia mai stato in passato.

P.S.
E dove sarebbe scritto nella Costituzione Italiana che il Capo dello Stato o il Premier debba avere necessariamente una tessera di partito o di sindacato in tasca e debba obbligatoriamente provenire dalla casta corporativa partitocratica?
Cosa fanno di male e quali bassezze morali e materiali raggiungono i cittadini qualunque per non poter aspirare a cariche istituzionali e costituzionali:
hanno forse la lebbra o la tubercolosi?
Puzzano di popolo sovrano, forse?

Gustavo Gesualdo
alias Il Cittadino X

Ho tradito mia moglie, è inaccettabile per un leader

venerdì, 9 novembre 2012

Si dimette il direttore della CIA, David Petraeus :

«Ho tradito mia moglie, è inaccettabile per un leader»

Incredibile dichiarazione all’indomani della vittoria presidenziale democratica di Obama dalla viva voce del suo mancato concorrente repubblicano, Petraeus.

Cosa sta accadendo ai vertici della intelligence americana?

Cosa sarà dell’alleato israeliano?

Cosa sarà delle missioni di pace all’estero?

Cosa sarà della minaccia nucleare iraniana e coreana (del nord)?

Cosa cova sotto le ceneri di questa campagna elettorale presidenziale americana?

Personalmente, non riesco a credere alla motivazione addotta da Petraeus e non mi convince nemmeno il contesto e la tempestività, oltre che la tempistica, che sembra studiata a tavolino.

Anzi, è l’intera vicenda che non mi convince, affatto.

Mi lancio in una (in)credibile e surreale interpretazione personale.

Io la leggo così :

il capo della CIA Petraeus, da sempre in contrasto con la presidenza Obama, si dimette adducendo una “motivazione” che non rispecchia il proprio comportamento, ma quello del presidente Obama.

Siamo di fronte ad un nuovo caso Clinton-servizietto orale-alla-Casa-Bianca modello Monica Lewinsky?

E se fosse invece un tradimento omosessuale?

Michelle Obama è moglie di un leader, anzi, del Leader Americano per antonomasia.

Obama rieletto presidente ringrazia la moglie per averlo aiutato a vincere e sottobanco la tradisce?

Magari con un altro uomo?

Scandalo alla Casa Bianca.

Prossimamente su questi schermi.

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X

Il fumo uccide anche te: digli di smettere

martedì, 10 maggio 2011

Guardo la tazza del mio ultimo caffè, dopo una notte di lavoro.

Di fianco, leggo la scritta che campeggia sul pacchetto di sigarette:

Il fumo uccide.

E’ vero, il fumo uccide.

Ma anche l’assenza di verità e di libertà uccidono, anche di più.

La solita rassegna mattutina delle notizie, offre uno spaccato di assenza di verità e di libertà nel mondo.

Il quotidiano inglese Guardian, accusa la flotta NATO impegnata nei bombardamenti in territorio libico, di aver abbandonato a se stessi 72 profughi su di un barcone alla deriva, provenienti da Etiopia, Eritrea, Nigeria, Ghana e Sudan.

Solo 9 i sopravvissuti e 63 i morti, fra i quali donne e bambini.

E già, rifletto accendendo l’ennesima sigaretta:

in Etiopia, Eritrea, Nigeria, Ghana e Sudan non c’è il petrolio e nemmeno il gas che c’è in Libia, non interessa a nessuno in Europa salvare quei quattro pezzenti.

Possono morire tutti, tanto la colpa la daranno all’Italia razzista e xenofoba, come al solito.

E questo nonostante la legislazione italiana sia la più tollerante con i flussi migratori di quella di tutta l’Unione Europea, sia di fatto che di diritto.

La Spagna di Zapatero può aprire il fuoco sui barconi dei profughi e rimpatriare gli immigrati clandestini nel giro di poche ore, a differenza dell’Italia dove l’ospitalità per questi disgraziati si protrae per ben 18 mesi.

La Francia può trainare i barconi della disperazione fuori dalle sue acque abbandonandoli in mare aperto al loro destino.

L’Italia no, non può farlo.

E il ministro dell’Interno italiano Roberto Maroni non deve nemmeno permettersi di seguire il dettato della Convenzione di Scenghen per consentire ai profughi di raggiungere la loro meta preferita, la Francia, altrimenti il trattato di Scenghen l’Unione Europea lo getta in un cestino, come fosse un pezzo di carta straccia senza alcun valore.

Bombardiamo la Libia già da quasi due mesi, per volontà del padrone francese, senza alcun risultato tangibile.

Eppure, sarebbe bastato bombardare solo Gheddafi per risolvere la questione.

Morto Gheddafi, finita la guerra.

Chissà quante riunioni su come spartire le risorse di idrocarburi libiche fra i paesi NATO.

Probabilmente non hanno ancora raggiunto un accordo completo su questa spartizione, altrimenti Gheddafi sarebbe già morto da un pezzo.

Ma vedrete che l’accordo si farà:

la Libia deve divenire la nuova colonia estiva per i bambini francesi, così vuole il nuovo padrone europeo Sarkozy.

Ancora una notizia: “Maroni: Serve legge per voto pulito”.

In Italia serve una legge per ogni cosa.

Mica siamo un paese normale dove i partiti politici sbarrano la strada alla candidatura di soggetti indagati dalla magistratura o pregiudicati.

Ci vuole una legge per costringere le caste politiche mafiose a non candidare pregiudicati.

E ci voleva un ministro dell’Interno varesino per sbarrare la strada alla continua crescita del potere mafioso in Italia.

Tanti ministri dell’Interno campani non hanno mai torto un capello ai clan camorristici.

E già, altrimenti, chi li votava poi?

Ma sì, il ministro Maroni è certamente un individuo reietto, uno sporco razzista, xenofobo sin dentro il midollo spinale.

Così vuole la verità di chi uccide la libertà, così vuole chi prende i voti dalle mafie, così vuole la politica svenduta allo straniero francese ed europeo.

Il reato di immigrazione clandestina?

Ma no, non è reato, dice l’Europa.

Insomma, agli immigrati clandestini gli potete sparare o li potete abbandonare in mare aperto, ma non li potete incriminare per il reato di clandestinità.

Strano, una forte sensazione di nausea mi prende allo stomaco.

Sarà per colpa delle sigarette?

E già, il fumo uccide.

E già, saranno proprio le sigarette.

Bisognerà dirlo anche agli etiopi, eritrei, nigeriani, ghanesi e sudanesi lasciati affogare in mare aperto ed ai libici morti sotto i bombardamenti NATO:

smettete di fumare, il fumo, uccide.

Per questa mattina, ho letto abbastanza.

Ora, accendo l’ultima sigaretta e poi, vado a dormire.

Perbacco:

la sigaretta che sto fumando è “Made in EU”.

Questa sì che mi uccide veramente ….

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X

Il nuovo modello politico di riferimento: il leghismo

martedì, 22 marzo 2011

Si afferma, ogni giorno di più, un nuovo modello politico nel nostro paese, come nel mondo intero.

Un modello che poggia, senza alcun pregiudizio, sulle solide basi di “scelte ragionate” e non dettate da adesioni faziose e di parte.

L’esempio della posizione leghista sulla questione libica, ne è un esempio lampante.

I detrattori di questo modello politico, desideravano in cuor loro, vedere una Lega all’attacco a testa bassa e senza alcun discernimento dell’accoglienza dei profughi libici.

Ed ecco invece, l’intelligente politica maroniana che punta ad impedire che il nostro paese venga preso d’assalto da un numero impossibile di profughi cui non abbiamo ne un lavoro ne un futuro da offrire, attraverso politiche di dialogo con quei paesi dai quali questi profughi partono, anche con la Tunisia, dove si recherà il ministro dell’interno prossimamente per “tessere” quella ottima tela di dialogo politico che venne già concordata con la Libia, prima che quel paese fosse oggetto delle attenzioni francesi, attenzioni che, sollevano più di un dubbio sulla effettiva volontà francese di essere d’aiuto alla popolazione civile libica, piuttosto che essere attratti da ben altre prospettive interessate.

Ancora il ministro Maroni sbatte i pugni sui tavoli europei a chiedere che, la solidarietà italiana nei confronti dei profughi dai paesi arabi in piena crisi di identità, sia seguita e collaborata da una autentica solidarietà europea a questa ennesima emergenza umanitaria.

Ma, al piano di ripartizione italiano del ministro Maroni, che prevede la ripartizione fra tutte le regioni italiane di profughi sino alla soglia dei cinquantamila, non corrisponde un analogo “piano di ripartizione” con gli altri paesi europei, primi fra tutti, quella Francia e quella Gran Bretagna che questa fuga in massa la stanno provocando con bombardamenti che valicano il senso ed il contenuto della risoluzione ONU 1973 e che rifiutano un coordinamento NATO alle loro azioni militari in territorio libico.

Evidentemente, tali paesi belligeranti, desiderano ricevere dalla questione libica solo conseguenze positive, come il futuro godimento delle risorse energetiche libiche, mentre rifiutano ogni richiamo alla solidarietà nei confronti del popolo libico e dell’Italia, lasciata sola ad accogliere le moltitudini in fuga di massa dalla Libia, come dalla Tunisia.

Va sottolineato come l’Italia, paghi anche un prezzo maggiore di tutti i paesi europei derivante dalla notevole vicinanza delle sue coste con quelle libiche, e non solo sotto l’aspetto dell’arrivo in massa dei profughi, fra i quali si nascondono certamente elementi riconducibii al terrorismo islamico ovvero soggetti pregiudicati semmai fuggiti dal carcere, ma anche in tema di potenziali pericoli bellici derivanti dai bombardamenti franco-britannici in atto.

Da canto suo, l’America, fa un passo indietro e lascia il comando delle operazioni militari in Libia a Francia e Gran Bretagna, pur utilizzando esse le basi militari italiane, sia nel comando che nella logistica dei rifornimenti per questa operazione.

Ma è ancora il modello padano che offre nelle parole del suo leader Umberto Bossi, momenti di riflessione convinti e sempre più condivisi sia all’interno del paese che all’estero, trovando riscontri in quell’ampia area di paesi che, o rifiutano sec et simpliciter l’azione militare in Libia, ovvero si dimostrano più disponibili ad accogliere la posizione di neutralità della Germania e di quella parte del governo italiano che corrisponde al movimento leghista.

Il silenzio, ovvero un appoggio incondizionato ai bombardamenti franco-britannici, proviene invece dall’area politica italiana che fa riferimento alla sinistra ed alle opposizioni, se si eccettua il movimento dell’Italia dei Valori di Di Pietro, allineato anch’esso sui dubbi espressi dalla Lega Nord.

Quei “grandi pacifisti” (a parole e mai con i fatti) che sventolavano bandiere arcobaleno con la scritta pace (ma dove sono queste bandiere, non si vedono più), o sono in un imbarazzante silenzio, oppure sostengono decisamente i bombardamenti in Libia.

Dall’interno della maggioranza di governo sono i ministri Bossi, Maroni e Calderoli a tessere un dialogo politico squisitamente pacifista e non interventista, delineando un alto profilo di intervento sulle linee guida di politica estera del nostro paese e, manifestando un nuovo corso, un nuovo modello politico tutto da imitare, che pone al centro gli interessi del popolo italiano, ma che non tralascia, sia pure nei margini del mantenimento della sicurezza interna ed esterna dello stato italiano, un autentico sentimento di solidarietà nei confronti dei profughi in fuga dai paesi arabi.

Ed è un autentico stupor mundi (proprio nel suo più profondo significato di termine associato ad eventi militari) quello che accoglie questo nuovo modello padano, che vede affermarsi sempre più, una politica fatta con la testa, piuttosto che fatta con le emozioni, sfatando anche quel mito negativo che le era stato incollato addosso della “politica di pancia”, dimostrando che è con la forza della ragione e del quotidiano lavoro di tessitura politica che, la Lega, sta conquistando sempre maggiori consensi, all’interno come all’esterno del nostro paese.

Della politica di pancia, non restano che i dolorosissimi crampi da cui vengono colpiti tutti i detrattori della Lega Nord, convinti di poter abbattere o fermare con le sole parole, con le delazioni, con gli insulti e con le minacce, la migliore azione politica italiana espressa sin dalla nascita della repubblica italiana.

Già, poichè ad essere colpiti da questo genere di bassezze umane, sono proprio i leghisti, e non altri.

Tanti nemici, tanto onore.

Al momento, iscriviamo al consenso delle formule leghiste quello del Capo dello Stato, venuto sin nella capitale del leghismo, a Varese, per dire che il Federalismo è la giusta medicina per gli sprechi ed il parassitismo e che il processo federalista non deve essere fermato, certo che, se esiste un solo movimento politico italiano che sia in grado di devastare le organizzazioni mafiose e di risolvere definitivamente la questione meridionale e la questione settentrionale in un solo colpo (due facce della stessa medaglia), e quel movimento è, la Lega Nord.

Leghisti a tutto campo, per l’affermazione di un nuovo modello politico, quello padano.

Un modello politico che parla di pace e di lavoro, di sicurezza e di legalità, di efficienza e di buonsenso nel buongoverno.

Un modello politico che inizia a parlare molti dialetti italiani e molte lingue straniere, molte più di quante ne possa sopportare l’invidia e la gelosia degli irosi e dei rabbiosi di ogni genere e grado, di ogni tempo, di ogni specie.

Ma i leghisti vanno avanti, sempre avanti, dimostrando come la politica dei fatti sia l’unica politica possibile, e testimoniando che, esiste un nuovo modello politico di riferimento nel mondo, un modello che è prima umano e poi politico.

Tutti Pazzi per la Lega.

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X

Libia: il giorno della vendetta

domenica, 20 marzo 2011

Sicuramente, alle spalle dell’intervento occidentale sotto il cappello ONU e NATO di questi giorni sul territorio libico, esistono motivi di riequilibrio nel settore strategico delle fonti energetiche fossili (petrolio e gas metano), come certamente esitono volontà di appropriazione indebita su queste risorse.

Certamente, non possiamo nasconderci queste realtà.

Se la Libia non possedesse tali risorse di idrocarburi, probabilmente l’Occidente lascerebbe liberamente massacrarsi le parti in causa come è avvenuto ed avviene in altri paesi arabi, in piena crisi di identità.

Io voglio però ricordare come questa guerra ha risvolti vendicativi antichi, mai sopiti, mai dimenticati.

E parlo dell’attentato terroristico avvenuto in Lockerbie (Scozia-GB) del volo Pan Am 103 esploso in volo causando la morte delle 259 persone a bordo dell’aereo e di 11 persone a terra, colpite dai rottami dell’aereo.

Come parlo della famigerata strage di Ustica, dell’abbattimento di un aereo di linea italiano, un Douglas-DC9 della Itavia, avvenuto il 27 giugno 1980. 23 giorni dopo, un MIG militare libico fu, ritrovato abbattuto sul suolo italiano.

Oggi è il giorno della vendetta anche per 81 italiani caduti per colpa della follia libica.

Quella follia da sempre frammista all’insofferenza ed all’intolleranza che gli stati etici arabi estremisti, che le folli dittature religiose islamiche, nutrono nei confronti del diavolo, di quegli infedeli che a causa della loro non-islamicità, debbono morire o arrendersi e sottomettersi all’Islam.

Il diavolo siamo noi, tutti gli infedeli alla religione islamica, massacrati dagli attentati dell’11 settembre 2001, quegli attacchi suicidi da parte di terroristi islamici contro obiettivi civili e militari nel territorio degli Stati Uniti d’America, contro la libertà dell’Occidente, contro ogni libertà individuale e collettiva riconosciuta dal mondo delle libere democrazie.

Ebbene, io non condivido tutto questo, io non mi sottometto all’Islam.

Sarà anche barbaro ed incivile l’uso della forza a fini di vendetta, ma ricordo a me stesso ed a tutto il mondo libero occidentale come, quale pericolo assumono tali follie per la nostra stessa sopravvivenza.

Non so se questa azione militare possa essere definita una vendetta, ovvero un’azione a difesa e tutela della nostra libertà.

Lascio ad ognuno di noi, la libera scelta di quale posizione e/o opinione esprimere su questi fatti odierni, ma sono certo e convinto che quanto accade oggi in Libia, non è un male in quanto tale, una violenza gratuita, una ingerenza inaccettabile, ma una azione che sento vicina, non lontana dagli interessi del nostro stile di vita, della nostra storia, della nostra cultura, dei nostri morti ammazzati dal terrorismo islamico, che essi fossero a New York, che essi fossero a Lockerbie, che fossero ad Ustica.

La difesa di un sentimento di appartenenza comune, non conosce limiti, non conosce distinzioni, non conosce storie differenti.

O l’Occidente si salva tutto, o la sua storia, la sua cultura, la sua religione, il suo stile di vita e la sua innata propensione alla difesa del nostro comune stile di vita, non potranno sopravvivere al confronto delle barbarie e delle violenze odierne.

E non è una questione di bandiere, di ideali, ma di territorialità, di stili di vita, di lotta per la sopravvivenza della libertà dei primi e della mera soprravvivenza dei secondi.

O noi, o loro.

E’ la legge della natura, è la legge della sopravvivenza.

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X

Il terrorismo islamico e cento tonnellate di esplosivo

venerdì, 5 novembre 2010

Il 15 febbraio 2006 fu concordata la vendita fra la società di difesa albanese di import export di armi “Meico”, (rappresentata dal direttore Ylli Pinari, attualmente in stato di arresto) e la società militare iraniana “MODELEX”, (rappresentata da R. Rahmani) di una quantità di 100 tonnellate di esplosivo RDX, da trasportare con un imballaggio in sacchi da 10 chili, per un totale di 4 pezzi, in una cassa di legno. Il prezzo stabilito era di 5000 dollari a tonnellata, da pagare attraverso la Banca Americana d`Albania.

Lo Shin Bet (Servizio sicurezza interna di Israele), che “mappa” continuamente i tracciati sui carichi di materiale militare, a fine luglio 2010 lancia un allarme:

un numero di container “sospetti” sarebbero stati caricati su una nave la prima settimana dagosto.

Sempre secondo informazioni di intelligence, la “Quds Force” (unità speciale dell’esercito iraniano alle dirette dipendenze di Ayatollah Khomeini, per operazioni extra-territoriali) avrebbe inviato del materiale esplosivo all’inizio di agosto in Libano, destinato all`organizzazione palestinese “Hezbollah”.

Il 6 agosto, un container viene caricato su una nave cargo e parte dal porto iraniano di Bandar-Abbas (Bandar Khomeini) con destinazione il porto di Amburgo, in Germania.

L’operazione viene segnalata all’intelligence tedesca (Reinhard Kesselring) ed al MAD (Militärischer Abschirmdienst, il contro spionaggio dell’esercito tedesco).

Il container ad Amburgo viene trasbordato (senza mai uscire dalla zona fiscale del porto di Amburgo) su di un’altra nave cargo destinato al porto greco di Pireo, per poi essere inviato nel Porto siriano di Latakias, e successivamente avrebbe dovuto essere caricato a bordo di una nave di carico generale verso il porto libanese di Tarabulus.

Il 21 settembre, con un mese di ritardo, viene resa noto il ritrovamento di 6,7 tonnellate di esplosivo del tipo RDX – T4 in un container del porto di Gioia Tauro in Calabria.

L’esplosivo, viene analizzato dagli specialisti italiani e da specialsti statunitensi Nato in Germania e ne viene determinata la produzione: albanese.

L`ex Generale del Genio, Fernando Termentini, uno dei principali esperti italiani di esplosivi, suppone che il T4 “poteva essere utilizzato per testate di razzi, bombe d’aviazione o missili di artiglieria di grande calibro, senza escludere, naturalmente la possibilità di utilizzo parziale per la produzione di “IED” (improvised explosive device – bombe artigianali)”.

Resta ancora irrisolto quale destinazione abbia preso la rimanente parte di quelle cento tonnellate di materiale esplosivo del tipo “esogeno” di produzione albanese (RDX o T4 noto anche come C4, prodotto con tecnologia “Bofors”) che restano in mani iraniane e di quello caricato su un certo numero di container sospetti a fine luglio, indicati dai servizi segreti israeliani, con eccezione di quello inviato al movimento terroristico Hezbollah agli inizi di agosto.

Il Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica italiano, comitato di controllo sui servizi segreti, è presieduto da un esponente politico che non ha mai fatto mistero delle propirie simpatie nei confronti dell’organizzazione Hezbollah.

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X