Articoli marcati con tag ‘Jose Manuel Barroso’

ESM, FESF, EFSM, BCE, BVerfG, UE, SPREAD, PIL e la “truffa all’italiana”

mercoledì, 12 settembre 2012

Il governatore delle Banca Centrale Europea, l’italiano Mario Draghi, credeva d’aver intrappolato la Cancelliera tedesca Angela Merkel in una delle migliori esibizioni di “truffa all’italiana”.

Draghi in sintesi, ha creduto di poter chiudere in un angolo la potenza politico-economica tedesca costringendola attraverso la creazione e l’adozione di un Fondo Salva-Stati europeo.

L’italiano Draghi pretendeva quindi di poter attingere alle ricchezze prodotte dalla impareggiabile Germania per impedire il fallimento dei paesi sud europei viziosi ed affatto virtuosi come la Grecia, la Spagna, il Portogallo e l’Italia.

La azione truffaldina della governance italiana BCE nell’(ab)uso di questo fondo, stava tutta in una parola:

illimitata.

Credeva l’italiano Draghi, di poter costringere la Germania a rifondere all’infinito il fondo salva-stati senza controllo alcuno, ne economico, ne politico, ne finanziario.

La risposta della Germania, giunta oggi attraverso la tanto attesa sentenza della Corte Costituzionale Federale Tedesca, che da il via libera al fondo salva-stati fortemente voluto dalla BCE a guida italiana, ma impone nello stesso tempo un limite di investimento da parte della stessa Germania in detto fondo di 190 miliardi di euro, tutti già interamente finanziati ed investiti dal governo tedesco.

Sintesi:

l’italiano Draghi pretendeva di operare una classica truffa all’italiana ai danni della Germania costringendola a finanziare illimitatamente un fondo che avrebbe nutrito le fallimentari banche italiane e la dilagante corruzione politica e burocratica italiana, l’assenza di azione di contrasto al fenomeno mafioso, al fenomeno della evasione fiscale, al fenomeno della corruzione politica e burocratica ed al fenomeno dell’usura.

Invece e per la prima volta, la Germania risponde con una azione all’italiana, nella quale si da l’ok alla volonta di Draghi, ma la si rende impossibile nella realtà, il che rappresenta la tipica azione truffaldina con la quale la casta politica italiana truffa il popolo sovrano dei cittadini lavoratori-italiani e pretendeva di fare altrettanto con il popolo dei cittadini-lavoratori tedeschi.

Ma nella competizione internazionale fra popoli e stati europei e globali, quel che conta non è l’uso della furbizia (chiaro esempio di limite della intelligenza umana), ma ne è invece l’uso della intelligenza umana.

Perché a fare i furbi, son buoni tutti, intelligenti e meno intelligenti.

E questa sentenza storica della corte costituzionale tedesca, ne rimarrà prova scolpita nella roccia della storia italiana ed europea.

Ed è l’intelligenza a fare la differenza, ancora una volta, fra paesi virtuosi e paesi viziosi europei.

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X

Euro Bound-Light, Euro Bills, Euro Estorsione

domenica, 17 giugno 2012

L’ultima invenzione salva stati del sud Europa si chiama euro bound light.

Ma per allontanare l’idea dell’euro bound dalla testa della Cancelliera Tedesca Angela Merkel, è stato addirittura inventato un nuovissimo nome incantatore:

euro bills.

Insomma, i paesi dell’Europa meridionale ad ispirazione cattolica che sono responsabili di un fall out dell’intera Unione Europea e forse, dell’intero sistema occidentale, le inventano proprio tutte per non pagare o per essere costretti a diminuire drasticamente i loro enormi ed ingiustificati debiti pubblici.

La mancanza di rispetto nei confronti delle legittime richieste tedesche (euro bound emessi solo a seguito di una effettiva unione fiscale e politica europea) è incredibile e supera ogni educazione civica e civile.

Pretendere che il popolo tedesco paghi per le mancanze ed il malgoverno cattolico e sud europeo rappresenta ben più di una semplice mancanza di rispetto nei confronti del popolo tedesco e ravvisa un vero e proprio tentativo di estorsione praticato ai danni di chi non ha alcuna responsabilità nella costruzione di debiti pubblici sovrani distruttivi dell’intera Unione Europea e dell’intero mondo occidentale, così come oggi lo conosciamo.

Una estorsione che il sottoscritto non rinuncia a chiamare con i vocaboli più giusti ed adatti:

una estorsione mafiosa travestita da richiesta imposta di solidarietà e di carità cristiana.

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X