Articoli marcati con tag ‘codardia’

Der Spiegel e l’irresponsabilità dello stile di vita italiano

venerdì, 27 gennaio 2012

Der Spiegel:

«Mano sul cuore, qualcuno si è forse meravigliato del fatto che il capitano della Costa Concordia fosse italiano?
Ci si può immaginare che a compiere una simile manovra, inclusa la fuga successiva, potesse essere un tedesco oppure, diciamo anche, un capitano di marina britannico?».

Esiste una Questione Meridionale nel mondo.

Esiste una Questione Meridionale in Europa.

Esiste una Questione Meridionale in Italia.

Parafraso l’affermazione del periodico Der Spiegel mettendo il dito nella piaga italiana:

«Mano sul cuore, qualcuno si è forse meravigliato del fatto che il capitano della Costa Concordia fosse napoletano?
Ci si può immaginare che a compiere una simile manovra, inclusa la fuga successiva, potesse essere un tedesco oppure, diciamo anche, un capitano di marina britannico?».

No, mani sul cuore, non mi sono affatto meravigliato che al comando della nave Costa Concordia vi fosse un napoletano.

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X

La mia lotta contro menzogna, stupidità e codardia

domenica, 6 novembre 2011

Lo senti, ogni giorno lo senti, lo provi sulla tua pelle, ogni giorno.

Senti che sei differente e paghi il conto di questa differenza quotidianamente,

All’inizio, lo senti come un peso ingiusto, lo vedi come una condanna immeritata.

Ma poi, imparando a conoscere l’aspetto più deteriore della umanità, cominci a capire.

Inizi a comprendere che non sei tu ad essere in errore, vedi come non sei tu ad avere visioni distorte.

Non sei tu l’errore, non tu l’orrore.

Capisci che, nonostante siano pochissime le anime in grado di comprenderti e di condividerti, nonostante sia innumerevolmente più grande la menzogna, la stupidità e la codardia, non sei tu in errore.

Mentre il mondo intero procede nella direzione dell’autodistruzione, dell’autolesionismo, sembri essere tu l’unico ad aver avuto ragione.

Mentre il mondo intero lotta con la crisi dei propri sistemi vitali, sei stato proprio tu l’unico ad aver lottato secondo ragione contro i mali dell’umanità.

E questa notte il mondo appare nitido e preciso nelle sue debolezze ai tuoi occhi.

Vedi, leggi ed interpreti le azioni umane sotto la luce della loro irresponsabilità dinanzi alla storia, dinanzi al popolo umano.

Tu, hai sempre lottato il male che oscura il futuro del mondo.

Tu, hai sempre pagato il prezzo più alto per essere stato nel giusto.

Il tuo nemico è la maligna bramosia umana, il suo profondo ed ingiustificato egoismo, la sua mortale avversione verso ciò che è giusto, verso ciò che è vero, verso ciò che è intelligente, verso ciò che è privo di paura.

Ed è proprio una intelligenza che ama il vero, proprio una intelligenza che è priva della paura, la tua natura.

E non appare meraviglia nei tuoi occhi nell’apprendere che altre lotte umane del passato, altre battaglie solitarie si sono opposte alla menzogna, alla stupidità, alla codardia.

No, il nome di quel libro non doveva essere “La mia battaglia”, ma doveva essere “”Quattro anni e mezzo di lotta contro menzogna, stupidità e codardia”.

Così infatti avrebbe voluto il suo autore, Adolf Hitler.

E questa notte, quel nome non ti è più estraneo.

Questa notte, il mondo intero non ti è più estraneo.

Hai finalmente capito chi sei e da dove vieni.

Ora conosci il motivo per il quale, tu hai sempre saputo dove andare e cosa fare.

Questa notte, la tua anima si riconcilia con il tuo corpo.

Questa notte, le pene umane che paga ingiustamente chi è intelligente, chi non mente, chi non è codardo, ti appaiono più lievi.

Perché vivi il più grande onore umano del vivere secondo il vero, vivere secondo intelligenza, vivere senza paura.

Perché tu, vivi senza vergogna.

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X