Articoli marcati con tag ‘Chiusura province’

Riflessioni a tastiera aperta – 6 ottobre 2013

domenica, 6 ottobre 2013

Sono sopravvissuto al meridione italiano, alle mafie, alla corruzione, al malaffare, ai malviventi, ai fannulloni ed ai bipedi parassiti.
Sono già a buon punto.
Ma non ho ancora finito il mio lavoro in questa vita.

Impegnarsi in politica in Italia è cosa perfettamente inutile se non si vuol rubare

Papa Francesco su Lampedusa:
la globalizzazione dell’indifferenza ci ha tolto la facoltà di piangere
Geualdo Gustavo su Lampedusa:
la globalizzazione della ipocrisia ci dona la dittatura di chi ha interesse a tenere aperte le nostre sacche lagrimali e chiusi i nostri cervelli.
Che Dio abbia pietà di voi, ipocriti di ogni genere e grado di interesse.

I politici della casta sono solo dei criminali e da tali andrebbero puniti, segregati, eliminati da un paese che era un piccolo paradiso in terra e che ora è uno lurido cencio sporco e vecchio, lacerato e usurato.
La casta politica italiana è la crisi, è la mafia, è il default.
Le province sono state salvate, il governo è stato salvato, la casta politica è stata salvata, la casta burocratica è stata salvata, il popolo sovrano è stato tradito

Fermati Francesco: nella accoglienza senza ragione stai sbagliando strada

Coloro i quali parlano di accoglienza indiscriminata come risposta ai problemi della globalizzazione erano i medesimi fautori della politica occidentale filo-araba ed anti-israeliana, coloro i quali pretendevano un diritto alla esistenza della Palestina disconoscendone uno pari ad Israele, erano coloro i quali andavano in missioni ufficiali a salutare dittatori di paesi arabi oggi in piena guerra civile, coloro i quali andavano a braccetto con ministri palestinesi espressione del terrorismo islamico, erano i medesimi cretini che bofonchiavano annunciando la primavera araba mai nata, e decaduta in un inverno di sangue e polvere, armi chimiche e guerre civili.
Di cretini è pieno il mondo, ma in Italia i cretini abbondano e sono anche a buon mercato.
Tanto, mica pagano loro per le stronzate che dicono o che fanno.
Idioti irresponsabili

Luci ed ombre mischiano punte di qualità a professionalità nella sanità assolutamente da rivedere, se stiamo almeno ai dati.
Ma una costante c’è ed è inequivocabile:
il meridione non gode di una cura della salute adeguata alla media italiana (non parliamo della vetta, ovviamente).
Questa condizione denuncia la irrisolta questione mderidionale.
Ma scommetto che in quanto ad “occupati” e “spesa” nella sanità meridionale i dati potrebbero affermare una inversione di tendenza rispetto ai dati in exitus da ricoverati.
Ma, le medesime statistiche vengono redatte anche nei confornti della sanità privata e privata convenzionata con il pubblico? Perché se costa troppo e produce poco e male, allora dovremmo rivedere le convenzioni sotto altri orizzonti. Ma non valutate gli exitus, perché quando una struttura ospedaliera privata ha un paziente in emergenza-urgenza, di solito chiama il 118, e la morte avviene nella struttura pubblica. Troppo facile così.

Il Procuratore Capo della Repubblica dott. Leonardo Leone De Castris ha certamente ragione da vendere quando indica nel potere di fascinazione sui giovani delle organizzazioni criminali comuni e mafiose come momento di osmosi fra società sociale e civile e società mafiosa foggiana.
I giovani sono sempre stati giovani, in tutte le generazioni, e per essi termini di valorizzazione della vita come onore, coraggio, giuramento, solidarietà, fiducia, lealtà e fedeltà anche oltre la soglia dell’interesse personale ed economico, anche oltre la mera molla economica possono essere sirene irresistibili, e non scriviamo delle sirene delle FF.OO, certamente. Come dare torto a questo procuratore e a questi giovani quando quei termini di comparazione, quei modelli di riferimento e quegli stili di vita dovrebbero essere quelli della vita istituzionale italiana ma nello stato di diritto della democrazia mancata e bloccata e della repubblica incompiuta di questi termini di paragone, di queste testimonianze, non si trova quasi più traccia? L’antistato ha superato lo stato usando i valori stessi dello stato?
La società mafiosa incarna un modello di società ideale?
Lungi da me un assetto mentale così deformato, proprio io, che chiedo da solo e da sempre la pena capitale non solo per il reato associativo mafioso, ma anche e soprattutto per il reato mai istituito di “comportamento mafioso”, essendo la responsabilità penale nello stato di diritto italiano personale e non collettiva.
Ma certo è che la trasformazione degenerativa del cancro mafioso sembra funzionare perfettamente, costringendo intere generazioni di poco o male educati giovani piuttosto ignoranti a credere che lo stato sia la mafia. Una Matrix in piena regola.
Certo è che chi dovrebbe testimoniare lealtà e fedeltà, onore e coraggio, troppo spesso appare piuttosto evasivo in tal senso, se non proprio avverso.
I miti di una società democratica bloccata e decadente offuscano più di una mente, più di un giuramento.
Ma guai a incarnare per questa società e per questo stato i miti umani che illudono questi giovani distratti e acritici:
allora non sei la soluzione al male, ma il male stesso.
Credi nell’Onore? Stimi il Coraggio?
E ti prendi la solita accusa di nostalgico cassato dalla storia per via di disposizione costituzionale transitoria passata in giudicato che cassa una visione ideologica qualunquista dello stato, impedendo alla formazione delle idee, delle norme, dei miti e degli oltremiti umani italiani di concetti quali l’onore e il coraggio, valori, ideologie e parti politiche messe alla berlina che si vendicano cercando affermazione e riconoscimento in quell’antistato che ha fatto della libertà di parola, di opinione, di idee e di espressione una bandiera ben più credibile di un mero tricolore tradito e consunto dai mille e mille giuramenti traditi.
Cosa fare, io lo so benissimo, ma resto solo ed isolato a crederlo e volerlo.
Cosa non dovete fare voi è regalare valori umani, menti, braccia e gambe che credono nell’ordine, nell’onore e nel coraggio ai peggiori nemici dello stato.
Le strategie partono dalle alleanze.
E questo paese ha urgente bisogno di alleati, non di altri nemici.
Tutto questo detto senza vergogna e senza offesa per nessuno.
Tutto questo scritto e sottoscritto con il sangue della mia vita, al servizio di uno stato cui non ho mai giurato fedeltà, ma che sono costretto a difendere quotidianamente anche da chi è salariato, indennizzato e rimborsato nelle spese per sua difesa e nel suo governo.
Sappiate andare oltre il bene e il male che dovete giudicare.
Ma sappiate essere umani, poco umani, per essere giusti.

Un diritto per essere esercitato va difeso e per essere difeso, va esercitato.
Non vi è altra strada che questa.

Ma il popolo italiano ridotto in miseria e costretto al suicidio o alla fuga dal paese (induzione al suicidio è reato, delitto) non è una tragedia cui avreste il dovere primario di porre rimedio? Oppure è vero quel che si vede da qualche tempo che, il governo italiano tutela in esclusiva gli interessi di immigrati clandestini, detenuti, criminali, pregiudicati, rom e gay? I cittadini normali devono morire senza alcun diritto alla difesa e alla tutela da parte del loro governo? Debbo suicidarsi o fuggire per salvarsi dalla vostra indifferenza? Avete emesso sentenza negativa contro il popolo sovrano italiano? Ed in base a quale potere vi arrogate il diritto di privilegiare talune forme di esistenza piuttosto che la forma principe della cittadinanza? Ma siete del tutto impazziti? La tragedia italiana della miseria quotidiana che induce al suicidio o alla fuga precipitosa da questo paese anormale non vi apre il cuore e la mente a considerazioni di solidarietà e di pietà? Avete forse pregiudizi di tipo razziale, di sesso, di religione o di parte politica con le famiglie, gli imprenditori, le aziende, le industrie, i lavoratori e di pensionati italiani?

Come definire la politica italiana?
La politica senza senso compiuto.

Stasera sono andato a prendere i miei figli che come ogni sera trascorrono un po di tempo all’oratorio della parrocchia.
Ma i ragazzi erano in Chiesa.
Entro e dico al mio primo figlio di raccogliere gli altri (in tutto sono quattro) per andare a casa dove li attendeva come al solito la madre.
Mi sono visto apporre un rifiuto.
Mio figlio veniva impedito di raccogliere fratelli e sorelle per andar via dal tizio che si occupava dell’oratorio.
E questo per ben 5 volte!
Finalmente sono riuscito a riavere i miei figli (sich!), sequestrati da una chiesa che altrimenti avrebbe difficoltà a mostrare quale influenza possiede nelle famiglie parrocchiane alla vigilia delle elezioni politiche.
Complimenti.

La competizione e l’antagonismo politico in tutto il mondo si compone intorno a maggiore o minore presenza dello stato sulla e nella economia.
Ovunque tranne in Italia, laddove la politica ha il grande limite del vizio.

Che pagliacciata: tutto preparato per continuare a rubare tutti insieme ed ancora. Se nel 2012 la corruzione è aumentata di quasi il 70% con queste nuove alleanze del magna magna generale della solidarietà nazionale, come minimo la corruzione politica e burocratica triplica.
Signore e Signori, vi presento la casta politica idagliana.

Maglia nera per l’assistenza ospedaliera la campania, manco a dirlo.
Le regioni del Nord sempre tra le migliori, quelle del Sud sempre tra le peggiori.
Il primo che dice che l’Italia è unita e che la questione meridionale non esiste si prende una pernacchia.

In un paese normale, una parte della popolazione e del territorio nazionale ben determinata e definita (sud) che si vede aggiudicare una cura ed una tutela della salute di gran lunga differente da quella del resto del paese (nord), sarebbe già scesa in strada a protestare contro questo scempio, inferocita ed indignata metterebbe all’indice generazioni di classi dirigenti meridionali che hanno condotto e conducono, hanno rappresentato e rappresentano, hanno governato e governano l’intero paese, a tutti i livelli e in tutti i poteri. Invece, il silenzio avvolge piazze e strade del meridione italiano. Siete proprio dei deficienti senza prezzo: fanno bene se vi sommergono di rifiuti tossici, di governatori regionali froci e di immigrati clandestini perché non vi meritate altro che questo.

Chi tradisce è una merda e questo paese sta morendo sommerso dal tradimento e dalla merda

Lo diceva un mio zio che di politica ne capiva qualcosa che un buon politico è necessariamente un buon giocatore di poker.
Basti vedere l’abuso continuo che fa del bluff uno come berlusconi.

In un programma televisivo stanno raccontando di come siano piene di veleno le produzioni agro-alimentari campane.
Mangiate napoletano, morite napoletano.
E se qualcuno denuncia, la camorra lo uccide e il napoletano del colle telefona e mette tutto a tacere.

A Barack Hussein Obama II è costato molto caro l’aver graziato il criminale di guerra Bashar Hafiz al-Asad di Siria e l’aver graziato anche Hassan Rouhani di Iran:
i repubblicani americani hanno chiuso lo stato federale mancando il finanziamento agli oltre 800.000 dipendenti pubblici federali ed alle strutture federali.
Una situazione inedita per gli USA.
Una situazione che costringerà Obama a fare tagli drastici e lineari alla spesa pubblica americana ovvero lo costringerà ad affrontare il fallimento dello stato federale.

In un sistema politico-istituzionale ormai ridotto ad una farsa nella quale gli attori non fanno nulla per impedire il fallimento del paese e si preoccupano esclusivamente di accusarsi reciprocamente di essere la causa di tale disfatta disastrosa mi convinco ogni giorno di più che questa casta non andrà a fare danni altrove con le buone maniere o con la cabina elettorale.
Il che, mi appassiona e mi incuriosisce nel tentare di proiettare tutte le variabili possibili per immaginare quale sarà il futuro di questo paese, assai corrotto e mafioso, troppo, per avere diritto ad una salvezza gratis et amore dai propri vizi e dalle proprie irresponsabilità.
Da spettatore poco attento mi compiaccio di una sola cosa:
di non aver votato per nessuno di questi pazzi suicidi alle scorse elezioni.

Riflessioni a tastiera aperta – 29 luglio 2013

lunedì, 29 luglio 2013

Questo paese è fallito, nella mancanza di solidarietà ed unità nazionale prima che nella miseria delle proprie classi dirigenti.

Un downgrade al giorno toglie il vizioso di torno

E dopo il decreto ‪‎svuota‬ -poteri delle rpovince, a quando il decreto svuota-parassitti-scansafatiche-nullafacenti-raccomandati-dipendenti delle province?
Se chiudono le ‪#province‬ anche i dipendenti di tali amministrazioni vanno a casa, altrimenti, con il loro arbitrario spostamento (hanno chiesto di concorrere tutti per un posto di lavoro nelle province, non altrove) negli enti ‪comune‬ e ‪regione‬, si sbarra ancora una volta e per sempre l’accesso al mondo del ‪lavoro‬ ai ‪giovani‬.
Chi salva le province ed i loro inutili dipendenti, uccide ogni possibilità di ingresso nel mondo del lavoro dei giovani. Sia ben chiaro.

Euroscettici ed antieuropeisti = eurostronzi

Pur di non diminuire spesa pubblica e debito pubblico che creano clientela e mafia politica di cui si nutre la casta, venderanno tutto il patrimonio di proprietà del popolo italiano, quel popolo fatto di aziende e di famiglie che la casta poltica ha derubato di ricchezza, benessere, democrazia e libertà.
Da questo punto in poi, ogni azione contro la classe dirigente idagliana è ampiamente giustificata dalla provocazione messa in atto.
Non vogliono riformare e liberalizzare per mantenere mafiosamente popolo e territorio italiano in loro potere?
E l’innominato cosa fa? Avalla e garantisce questi comportamenti mafiosi e presuntuosi?
Vogliono la guerra? Se la vogliono, l’avranno. E pagheranno il conto all’oste della storia, con tutti gli interessi.

E questo è il tempo in cui l’intelligenza e la razionalità torna al potere.
Bentornata intelligenza.

La chiesa cattolica proibisce ogni metodo di contraccezione favorendo il boom demografico che è alla base dei flussi migratori dai paesi più poveri nel mondo a quelli più ricchi, viaggi della speranza che costano anche la vita di questi poveri disgraziati. Poi, sempre la chiesa cattolica esercita una serie di servizi finanziati dallo stato italiano nei confronti dei migranti. Poi, sempre la chiesa cattolica pretende di bacchettare i governi dei paesi che non si sottomettono ad un inesistente “dovere dell’accoglienza” di disgraziati prodotti senza contraccezione.
C’è un limite a tutto: alla decenza, alla prudenza, alla impudenza ed alla arroganza.
Fermati Francesco: stai sbagliando strada.

Letta: “L’Ue ha sbagliato sulla Grecia”
Un letta qualsiasi, uno che non ha mai realizzato una riforma o una liberalizzazione, uno che da mesi fa finta di governare mantenendo invece nel più completo immobilismo stato di diritto e PaeseReale per evitare il carcere al suo alleato di governo berlusconi, un tale “signor nessuno” pretende di dare lezioni viziose ai paesi virtuosi che governano la UE valutando e criticando gli interventi posti in essere nei confronti della crisi greca.
Ma ci rendiamo conto della protervia, della presunzione, della ignoranza e dell’aroganza che governa oggi l’Italia?

tutto il mondo urla all’Italia che deve abbandonare la via del vizio ed intraprendere quella del virtuosismo. Ma l’idaglia degli idagliani ha deciso di fallire, piuttosto che cambiare. Ad ognuno le proprie responsabilità, compresa e non esclusa quella di sputare nel piatto dal quale si mangia o quella di spernacchiare la politica della mani tese dei paesi virtuosi. Secondo me, manca poco, molto poco: ne hanno tutti talmente piene le tasche di questa idaglia degli idagliani che la voglia di farla fallire veramente supera il rischio (calcolato) delle perdite cui si andrebbe incontro. La storia non è mica una pernacchia. E nemmeno la comunità internazionale.

Essere sciocchi è un grande lusso che questa idaglia degli idagliani non può permettersi.
Ma sciocchi ed idioti governano ancora, trascinando tutto e tutti nel più buio e profondo baratro della storia italiana.
Benvenuti all’inferno della furbizia e del vizio, laddove sciocchi e idioti, si consentono lussi e privilegi costosissimi ed impagabili, da addebitare ad una intera nazione di sordi, ciechi e muti.

I provvedimenti allo studio, già varati o prossimi al varo dell’ ‪#‎esecutivo‬ e dal ‪#governo‬ italiano considerano e tendono a tutelare in esclusiva i ‪diritti‬ degli ‪omosessuali‬ (assegnazione della assistenza sanitaria gratuita ai conviventi dei ‪parlamentari‬ ‪gay‬ , introduzione reato ‪omofobia‬ , ‪unioni‬ gay, ‪adozioni‬ per coppie gay, ecc), dei ‪delinquenti‬ ( depenalizzazione‬ reato finanziamento illecito ai partiti , decreto ‪svuotacarceri‬, studi per un prossimo ‪indulto‬ o addirittura per una prossima ‪amnistia‬ , ecc.), dei ‪clandestini‬ (eliminazione reato di ‪clandestinità‬, corsie preferenziali nella assegnazione di casa e lavoro, ecc).
Solo chi ha pregiudizi politici, sessuali e razziali non vede che in questo paese si tutelano solo ed esclusivamente ben determinati diritti (fatto provabile anche in una aula di tribunale) di categorie molto ben determinabili e sempre le stesse:
gay, delinquenti e clandestini.
Il perché solo e sempre queste tre categorie lo dovete chiedere a questo governo e a questa maggioranza, entrambe assolutamente incredibili e idiote.
Non sei gay?
Non sei clandestino?
Non sei mafioso?
Non sei corrotto?
La tua pelle è bianca?
Beh, lo stato idagliano ha un messaggio per te:
D E V I M O R I R E

L’Australia, definito come il paese più felice del mondo, sbarra la strada ai #boatpeople , i barconi della speranza pieni zeppi di poveri disgraziati sfruttati da delinquenti, criminali e mafiosi che speculano nello sfruttamento del traffico di esseri umani per arricchirsi illecitamente, immoralmente ed illegalmente : non verranno più accolti in terrirorio australiano.
L’accordo prevede che, qualora fosse accolta la richiesta di asilo politico , i migranti verranno insediati in PapuaNuovaGuinea e non in Australia , contro una serie di aiuti economici dell’Australia alla Guinea. Non vi sembra un accordo molto simile a quello che fu definito fra Roberto Maroni e la Libia?

Il candidare un mausoleo politico vivente come Giacinto ‪‎Pannella‬ detto Marco alla segreteria del ‪PD‬ misura la bassezza e l’inutilità di tutte le ultime, penultime e terzultime generazioni di politici idagliani.
Del Carmine boccia il sindaco Mongelli: «Foggia? Vista da sinistra, non è la città che volevamo»
Ma, del carmine chi?
questo del carmine?
reati di abuso d’ufficio, falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e turbata libertà degli incanti; indagati a vario titolo oltre l’ex sindaco-magistrato di ‪Foggia‬ Orazio ‪Ciliberti‬ indagati anche gli ex assessori Angelo ‪#‎Benvenuto‬, Alfredo ‪#‎Grassi‬, Ciro ‪#‎Mundi‬, Giulio ‪#‎Scapato‬, Raffaele ‪#‎Capocchiano‬, Claudio ‪#‎Sottile‬, Giovanni ‪#‎Ricci‬, Italo ‪#‎Pontone‬, Assunta ‪#‎Pinto‬, Michele ‪#‎DelCarmine‬ e Luigi ‪#‎ilGrande‬, nonchè i dirigenti del ‪#‎Comune‬ Matteo ‪#‎Ercolino‬, Nando ‪#‎Corvino‬ e Antonio ‪#‎Stanchi‬.
Ma, del carmine chi?
questo del carmine?
reati di falso e abuso di ufficio e di omissioni di atti d’ufficio per aver cancellato le multe inflitte dalla Polizia ‎Municipale‬ di Foggia; indagati l’ex assessore alla sicurezza e alla legalità del Comune di Foggia Michele Del Carmine, il maggiore della polizia municipale Giulio ‪Carella‬ e il tenente Mario ‪Totaro‬, oltre al presidente dell’ ‪Amica‬ Elio ‎Aimola‬ (l’azienda che si occupa dell’igiene urbana poi fallita dopo numerosi scandali), l’ex assessore all’annona Raffaele Capocchiano, comuni cittadini e una decina di Vigili Urbani.
del carmine chi?
Questo del carmine?
Ah, beh …. abbiamo capito …. eccome abbiamo capito chi ….

Va a fuoco l’auto di emilio ‪piarullo‬ …
… ma non sarà mica quel ‪‎socialista‬, ex presidente del Consiglio comunale di ‪Foggia‬, che fu ‪condannato‬ alla pena di due anni di reclusione per peculato e fu anche interdetto dai pubblici uffici per un periodo pari a quello della pena perché utilizzava per fini personali l’auto blu di servizio del comune?
Ah, quello lì?
Beh, non mi interessa quel tipo di gente, né mi interessa cosa gli accade, a loro e alle loro ‪#‎auto‬ private, visto l’abuso che han fatto di quelle pubbliche nella loro disponibilità.
Non siamo mica tutti uguali: affatto.
Quel piarullo?
Ah, beh …. abbiamo capito …. eccome abbiamo capito chi ….

In un paese anormale, oltremodo ‪corrotto‬ e ‪mafioso‬ come è ‪Italia‬ , si preferisce aggredire chi critica i comportamenti negativi indicandolo come ‪eversivo‬ o ‪sovversivo‬ del ‪sistema‬ piuttosto che ammettere che è il sistema ad essere eversivo e sovversivo e chi critica è invece l’unico in grado di crearne uno nuovo che serva meglio i cittadini.

Scherzi del destino:
dal comunismo sovietico abbiamo ereditato il movimentismo russo che si oppone alla omosessualità e comunisti omosessuali italiani come Vendola e Crocetta

Tutto il mondo politico, economico e finanziario del Pianeta Terra chiede da tempo all’Italia di realizzare le riforme sul lavoro e la concorrenza.
Va riscritta la costituzione e tutta la normativa vessativa e inibitiva che impedisce al mondo del lavoro, delle imprese e dei lavoratori di competere globalmente ed essere vincente.

Dopo il Generale dell’Arma dei ‪Carabinieri‬ Carlo Alberto ‪DallaChiesa‬ , i giudici Giovanni ‪Falcone‬ e Paolo ‪Borsellino‬ ecco che le mafie ed i loro alleati ed infiltrati nelle istituzioni italiane concentrano il fuoco sul pm di Palermo Nino ‪DiMatteo‬, titolare delle indagini nella trattativa di alto tradimento fra stato e mafia.
Assegnata scorta di primo livello per il giudice Di Matteo.
Ricordo a me stesso che la mafia siciliana è sempre stata metereopatica, in quanto ha realizzato i suoi omicidi eccellenti quasi esclusivamente durante il periodo che va da maggio a settembre.

Pena di morte per il reato di comportamento mafioso, reato non previsto né punito dallo #stato italiano, in violazione dell’articolo 27 costituzione italiana che prevede i reati esclusivamente sotto la responsabilità personale e non esclusivamente associativa, come viene unicamente punito il reato mafioso.

Traditori della patria ‪Letta‬, ‪Berlusconi‬ e ‪Alfano‬ piegano interessi italiani a interessi di governi esteri per estradare con un rapimento Alma e Aula ‪‎Shalabayeva‬ rispettivamente moglie e figlia del dissidente kazako Makhtar ‪Ablyazov‬. Ora, per evitare ritorno in Italia delle due donne, governo mafioso kazako le indaga per corruzione.
‪Governo italiano‬ reo di alto tradimento. ‪CapodelloStato‬ ‪‎Napolitano‬ copre scandali e tradimenti ‪‎casta‬ politica italiana. Siamo in una feroce dittatura anti-democratica, sospettata di trattative traditrici con governi esteri e organizzazioni mafiose ed assai corrotta, sia moralmente che materialmente.
Immediata dichiarazione dello stato di emergenza, applocazione della legge marziale, reintegrazione della pena capitale per tradimento, mafia e corruzione ed istituzione del reato personale di “comportamento mafioso” come dettato dall’art. 27 costituzione italiana.

bellucconi tilvio lancia fozza idaglia 2.0 per soli giovani e i “giovani di talento”, appena udita la notizia, scappano via dal pdl.
Sempre se per “giovani” intendiamo soggetti giovani solo anagraficamente, che mettono ancora al primo punto del loro agire politico e delle loro scelte politiche “un percorso di crescita personale”.
Siamo apposto: FI 2.0 uguale a FI 1.0

Mentre il mondo finanziario globale chiede all’Italia di eliminare dalla carta costituzionale ogni traccia di antifascismo, antieconomia ed antifinanza, la casta idagliana continua imperterrita a distruggere la competitività del mondo del lavoro italiano con atti controproducenti.

Trattate dei sottosviluppati trogloditi con il rispetto dovuto agli esseri umani e civili e la risposta sarà sempre una nnuova violenza.
L’errore lo fa lo stato, lo fanno tutti i cittadini.
La violenza la creiamo noi, con la nostra stupida voglia di perdonare, comunque e chiunque.
E invece no.

Un invito: smettetela (e per sempre) di credere che con i soldi pubblici si “producano” posti di lavoro veri.
Con l’intervento dello stato nella economia reale si produce solo e certamente spesa pubblica, debito pubblico, corruzione e abuso di potere pubblico.
Lo stato deve solo e solamente erogare servizi essenziali efficaci ed efficienti al popolo sovrano, come la difesa interna ed esterna, la cura della salute, l’assistenza sociale (vera, in Italia non esiste), il sostegno ai soggetti in difficoltà.
E basta.

stato, dove sei?
Il Paese reale non attenderà in eterno.
Il Popolo Sovrano non morirà di fame e di freddo per una casta corrotta e mafiosa.