Articoli marcati con tag ‘antenna sud’

Dissesto finanziario al Comune di Foggia

domenica, 27 giugno 2010

Il comune di Foggia ormai prossimo al fallimento, con una situazione debitoria molto vicina ai 120.000.000,00 di euro.

Per anni denunciai quegli avvenimenti che avrebbero portato a questa situazione, inascoltato.

L’amministrazione Agostinacchio lasciò una situazione debitoria pari a 6.000.000.00 di euro.

La successiva amministrazione del giudice Ciliberti, portò questa situazione debitoria alle stelle.

Più volte chiesi le dimissioni di questa amministrazione.

Più volte li sindaco Ciliberti si dimise, per poi ritirare le sue dimissioni.

Il nodo centrale di questa condizione debitoria è la società collegata al comune AMGAS.

Tale società era tradizionalmente la società comunale che produceva bilanci in attivo e rifornimenti finanziari con i quali si “curavano” le ferite delle altre due ex municipalizzate, l’AMICA e l’ATAF, tradizionamente deficitarie.

Ma nella amministazione Ciliberti e con la guida AMGAS dell’ex esattore Tavasci, tutto questo consolidato amministrativo si traduce in una perdita incredibile, con la creazione di una situazione debitoria che porta al collasso il comune di Foggia, ormai prossimo al dissesto finanziario.

In quegli anni fui fortemente contrastato dalla politica locale, sia di csx che di cdx mentre l’informazione locale, semplicemente mi ignorò, tranne qualche eccezione.

Fui addirittura chiamato in giudizio per aver rovinato il buon nome del Tavasci, all’epoca presidente dell’AMGAS, la madre di tutte le situazioni debitorie ora emerse.

Ora, attendo con molta serenità che la verità su quegli anni della vergogna e del cattivo governo della città, emerga.

Quella verità che urlai quotidianamente e che fu sempre sottaciuta e nascosta.

Vedremo anche i motivi per cui quella verità venne nascosta ed i motivi per cui, anche l’opposizione politica ha assistito senza contrastare quel cattivo governo cittadino che ora costerà allo stato italiano un altro dissesto finanziario.

Vedremo.