Pier Ferdinando Casini

Pier Ferdinando Casini non è mai stato un politico da prima fila.

Deve ringraziare Tangentopoli, che sfolti le prime linee della Democrazia Cristiana facendo venir fuori peones e casinisti,
che videro cadere dall’alto una opportunità politica mai guadagnata sul campo.

Casini non è uno statista.

Casini non è un grande politico capace di realizzare convergenze parallele.

Casini non è un leader.

Casini è colui il quale ha consentito a gente come Salvatore Cuffaro detto Totò, di devastare il governo siciliano e di favorire gli interessi mafiosi.

Casini è stato il progenitore del tradimento politico della seconda repubblica, instaurando la prassi del tradimento come impedimento alla continuità e alla stabilità governativa, al fine della restaurazione di una democrazia bloccata a bipolarismo catto-comunista della prima repubblica.

Per questa colpa fu scacciato malamente dal governo Berlusconi.

Per questo motivo non vi è possibilità per Casini di rientro nel governo Berlusconi.

Questo è Pier ferdinando Casini.

Un nulla politico catapultato sul palco della politica nazionale per errore.

Un errore che il paese sta pagando molto caro.

Gustavo Gesualdo
alias
Il Cittadino X

Tag: , , , , , ,

Lascia un Commento