Italia alle soglie di una guerra civile?

Sempre più spesso mi ritrovo a commentare sui social network (Google+, Facebook e Twitter) in discussioni che vertono su paventati disordini pubblici derivanti dalla crisi politica, economica, finanziaria, del lavoro, della giustizia, della sicurezza, della libera concorrenza e della legalità italiana nel prossimo futuro.

Premesso ed a scanso di equivoci che l’ipotesi di una guerra civile in Italia sarebbe un evento atroce, terribile e temibile e che comunque, le irrisolte questioni (morale, meridionale, della corruzione sia morale che materiale, delle mafie, della autoreferenzialità della casta politica e istituzionale, della democrazia rubata e della libertà perduta, della pubblica amministrazione inefficace, inefficiente, dannosa e costosa, ecc) da decenni sul tavolo politico italiano non trovano e pare, non troveranno risoluzione nel nostro presente come nel nostro futuro, voglio chiarire la mia posizione rispetto a questa sventurata ipotesi.

“La guerra civile, se ci sarà, verrà da sola.

Nulla potranno quelli che non la vogliono per evitarla e nemmeno nulla potranno quelli che la desiderano per invitarla.

La storia ha uno spessore un attimino più alto di quello delle fazioni.”

Buona fortuna a tutti.

Gustavo Gesualdo
alias Il Cittadino X

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento