Archive del 21 aprile 2010

Tutti pazzi per la Lega

mercoledì, 21 aprile 2010

L’invidia rode, la gelosia uccide.
Il messaggio dei finiani è chiaro quando parlano di leghistizzazione della maggioranza, ed è una sentenza:
morte alle riforme proposte dalla Lega.
Peccato che i finiani dimentichino che non è colpa della Lega se loro non sono in grado di fare nessuna proposta politica se non quella che soddisfa il personalismo e le manie di protagonismo paranoico di Gianfranco Fini, assolutamente non suffragate da consenso sufficiente nemmeno a far cadere il governo …..
In poche parole:
Se siete politicamente invalidi questo fatto non è colpa di chi invece dimostra da ben venti anni di essere il più valido movimento politico italiano dalla nascita della repubblica.
La Lega lo è un grande movimento politico.
E voi no.
E ora, potete anche piangere per qialche poltroncina in più:
più di questo non siete in grado di dimostrare di essere.
Punto

P.S.
E non sperate in un appoggio extra-parlamentare da parte di Luca Cordero di Montezemolo che ha recentemente dichiarato che se fosse esistito un gruppo su Facebook intitolato “Tutti pazzi per la Lega”, egli si sarebbe volentieri iscritto.
Ebbene, io ho fondato tale gruppo su Fb.
Perchè se anche Montezemolo vede di buon occhio la Lega, i finiani hanno avuto torto ancora una volta.
L’ennesima di una lunghissima serie ….

Rubata Gaia: a rischio la privacy di milioni di persone

mercoledì, 21 aprile 2010

Gli account unici per accedere a Google, Yotube, Docs e Gmail sono in pericolo:
è stato rubato il codice sorgente di Gaia.
In teoria gli hacker ora in possesso della tecnologia Gaia (Single Sign-On) potrebbero accedere ai dati ed alle storie cronologiche della vita di ognuno di noi, semplicemente rubandole e/o modificandole al fine di gettare discredito su chiunque, a piacimento e/o a comando.
Immaginate solo per un momento se qualcuno, avendo la vostra chiave di accesso a google, visitasse siti pedopornografici (vietati e puniti dalla legge) e video hard, lesbo, trans, omo o di chissà quale altra promiscuità e scabrosità, lasciando una traccia riconoscibile nelle vostre cronologie di accessi a siti anche vietati dalla legge che voi non avete mai visitato, oppure lanciare una mail dalla vostra casella postale di ingiurie verso un’alta personalità istituzionale oppure un magistrato, e tutto questo, al solo fine di usarli contro voi stessi, per discreditare un collega di ufficio o un potenziale concorrente politico in ascesa o il manager di una impresa concorrente….
Siamo in pericolo, ognuno di noi è in un potenziale pericolo, in grande esposizione ad attacchi illeciti e/o illegali.